Lavasciuga: il bucato pulito asciutto subito

La lavasciuga è un elettrodomestico che ci può davvero rivoluzionare la vita in fatto di bucato. Ci permette allo stesso tempo di avere sia una lavatrice sia un’asciugatrice nella stessa macchina. Si tratta di una scelta molto conveniente per risparmiare spazio ma anche per risparmiare soldi.

Generalmente se però avete una famiglia numerosa e dovete spesso fare il bucato vi verrà consigliato di acquistare se possibile una lavatrice e un’asciugatrice separate, questo per ottenere la massima resa possibile. Ma in caso non poteste posizionare entrambe e non avete molto spazio in casa, troverete la lavasciuga una soluzione ottimale a tutti i vostri problemi.

Spesso infatti risulta piuttosto difficile avere lo spazio necessario in casa per tenere gli stenditoi d’inverno, inoltre è davvero disagevole lasciare il bucato ad asciugare per giorni, poiché rischia di umidificare l’ambiente. Se quindi vi trovate anche voi in questa situazione e volete eliminare il fastidio dell’umidità, e poter avere molto più spazio libero in casa, allora sarà il caso di optare per l’acquisto di una lavasciuga, di modo da poter risolvere problemi di spazio e avere il bucato pronto.

Per scegliere una lavasciuga ideale che abbia una grande resa, è consigliabile scegliere un modello che presenti una grande capacità di asciugatura. Questo fattore risulta molto importante per velocizzare le operazioni di lavaggio e asciugatura. La grande capacità perciò vi permetterà di ottenere un’asciugatura ottimale di grandi quantità di vestiti in una sola volta. Se volete conoscere tutti modelli di lavasciuga visitate il sito Lavasciuga Migliore.

I consumi della lavasciuga vanno sempre considerati con attenzione, quando acquistiamo queste macchine dobbiamo fare molta attenzione non solo del consumo energetico ma anche al consumo di acqua. Troverete questi parametri indicati e riportati sulle etichette delle lavasciuga, lcosì da poter considerare quindi i relativi costi aggiunti che ci sono. Molte lavasciuga di vecchia generazione avevano dei consumi piuttosto corposi di acqua ed energia, ad oggi invece grazie alle innovazioni tecnologiche, i nuovi modelli sono stati studiati per ottenere la massima resa con la minima spesa possibile. Si tratta comunque di un elettrodomestico che può essere dispendioso se viene utilizzato e caricato in maniera errata, perciò bisognerà sempre seguire le istruzioni con la massima attenzione.

Pubblicato in dalla rete | Lascia un commento

Interfono moto: sicuro e utile alla guida

Quando indossiamo il casco in moto, durante un viaggio, a causa delle imbottiture interne ci è difficile e scomodo poter rispondere al telefono oppure comunicare con il passeggero agevolmente. Questo problema è legato soprattutto ai caschi integrali, che ci coprono tutto il volto proteggendoci maggiormente, ma non ci consentono di sentire con chiarezza. Per poter risolvere il problema possiamo installare un interfono. Si tratta di un accessorio davvero importante se viaggiamo spesso in moto, necessario per avere il massimo confort oltre ovviamente all’abbigliamento e al casco stesso.

Con l’interfono quindi possiamo comunicare molto facilmente con il nostro passeggero, oppure se lo colleghiamo correttamente ad altri apparecchi, se si viaggia in gruppo, ci permette di ascoltare anche con tutti i compagni di viaggio che guidano su altri veicoli.

Si tratta di uno strumento piuttosto piccolo, da posizionare all’interno del casco, ma che sicuramente migliora esponenzialmente la qualità di guida. Se dobbiamo acquistare un interfono per poter scegliere il modello migliore e specifico per i nostri bisogni, e anche utilizzarlo in maniera idonea, bisogna conoscere tutte le caratteristiche di questo apparecchio e anche i vari modelli in commercio. Bisogna sicuramente anche installarlo correttamente, questo per non incorrere in nessun problema di sorta durante la guida. La scorretta installazione può diventare un problema difficile da risolvere, soprattutto se l’interfono smette di funzionare o si allenta mentre siamo alla guida la moto. Quindi è sempre consigliato fissare con precisione l’interfono al casco a seconda delle indicazioni, controllandolo spesso prima di partire. Solitamente quasi tutti i modelli di interfono vengono venduti con delle strisce di velcro adatte a fissarli. Per conoscere tutte le specifiche informazioni a riguardo visitate il sito Interfono per moto, guida e domande e risposte.

In questo momento abbiamo due tipi principali di interfoni venduti: quelli che presentano un filo e quelli wireless, che quindi hanno un collegamento di tipo bluetooth.

I modelli di interfono wireless con bluetooth ci permettono sia la comunicazione con il passeggero ma anche l’ascolto di musica e dei contenuti dello smartphone. Questo tipo di interfono risulta molto più comodo, presenta un uso diversificato, utile anche quando si viaggia da soli.

Pubblicato in dalla rete | Lascia un commento

Utilizzare un Idropulsore per l’igiene orale ma anche contro la placca

L’idropulsore ormai negli ultimi anni si è reso un oggetto indispensabile per prendersi cura della propria igiene orale. Infatti può facilmente igienizzare il cavo orale ma al tempo stesso eliminare la placca ed è indicato anche per chi soffre di gengive sensibili. Si tratta di uno strumento che viene utilizzato spesso dal dentista, ora è possibile acquistarlo in comodi modelli dalle dimensioni ridotte, per poterne usufruire tranquillamente a casa.

Ci consente di poter pulire il cavo orale in modo molto semplice e data la sua conformazione è comodo da avere sempre in bagno a portata di mano. La funzione dell’idropulsore è quella di effettuare un lavaggio con dei getti di acqua pulsata. Bisogna sempre utilizzarlo solo dopo aver effettuato il lavaggio con lo spazzolino e dentifricio. La sua tecnologia di base è molto semplice considerando che si tratta di un dispositivo con una pompa che spruzza un getto d’acqua pulsante all’interno della bocca. Il getto d’acqua viene indirizzato con una serie di beccucci diversi, atti a pulire sia il solco gengivale che lo spazio interdentale. Quando lo utilizziamo tutti i giorni riusciamo a detergere le zone più difficili da raggiungere solo con lo spazzolino o con il filo interdentale.

In commercio ci sono diversi modelli, presentano funzioni diverse in base al prezzo, al design o alla pressione esercitata dall’acqua. La pressione del getto d’acqua spesso è regolabile su più livelli a seconda dei bisogni che si hanno. Gli esperti consigliano di utilizzare questo tipo di strumento solo se non si hanno gengive troppo sensibili o infiammate. Visitate questo sito  Sceltaidropulsori.it nella sezione sulle domande frequenti per sapere tutto sugli idropulsori.

L’uso dell’idropulsore può arrecare col tempo ottimi vantaggi alla salute del cavo orale e inoltre può rimuovere quasi del tutto la placca, aiuta a ridurre il sanguinamento e l’irritazione delle gengive. Non si tratta di uno strumento che deve essere utilizzato per rimuovere i detriti di cibo di grandi, ma al tempo stesso è meno invasivo di altre possibili tecniche. Se si hanno difficoltà o dolore usando un filo interdentale si può optare per l’acquisto di un idropulsore, ed in parte evitare ulteriori traumi alle gengive.

Pubblicato in dalla rete | Lascia un commento

Un epilatore per dimenticarci del rasoio

L’epilatore è sicuramente uno degli strumenti più comodi per la cura del corpo, ed è studiato per eliminare tutti i peli superflui. Il trattamento dell’ epilatore è sostanzialmente studiato per essere il più indolore possibile, si tratta di una tecnologia che grazie alle pinzette posizionate sul rullo rotante, riesce a rimuovere il pelo alla radice. Ci consente quindi di dire addio alle cerette e al rasoio.

Questi epilatori ci consentono di avere risultati pregevoli e duraturi nel tempo. I tipi di pinzette installate sui diversi modelli hanno diverse grandezze e strutture, così come hanno un rullo rotante di diverse dimensioni e riescono quindi a strappare i peli superflui solo passando questo rullo sulla pelle.

Negli ultimi tempi sono state disegnate diversi modelli e tipologie di epilatore, si sono moltiplicati quindi i modelli che possiamo trovare in commercio con annessi accessori particolari. La classica depilazione è ormai piuttosto obsoleta ed è stato testato che non è del tutto ottimale. Non sempre si ha tempo di andare spesso dall’estetista, e spesso molte persone non possono fare la ceretta. Questo strumento ci consente quindi di ovviare a qualsiasi problema, e soprattutto non dover più tagliare i peli. Non è generalmente più consigliato tagliare i peli superflui, con rasoi elettrici o lamette, perché in realtà si tende a rafforzare il pelo e si deve ripetere molto spesso l’operazione. Quando invece andiamo ad utilizzare un epilatore, ci consente di strappare i peli alla radice e avremo quindi una serie di risultati più duraturi e ottimali. Per conoscere tutti i modelli o le offerte di epilatore, visitate l’articolo sulle domande frequenti sugli epilatori.

L’uso dell’epilatore però è altamente specifico, può essere diverso da persona a persona. In molti casi per alcune persone può essere piuttosto fastidioso rispetto ad altre. Dipende dal tipo di pelle diverso che ha ogni persona, che può anche rispondere male ad un trattamento piuttosto invasivo come quello dell’epilatore. Quando scegliamo un epilatore bisogna considerare che se non lo abbiamo mai provato e vogliamo acquistarne uno, potrà essere piuttosto fastidioso e doloroso le prime volte. Generalmente si consiglia sempre per le prime volte di testare l’epilatore su piccole zone di pelle.

Pubblicato in dalla rete | Lascia un commento

Cuffie per tutti i giorni e tutti gli usi

I vari tipi di cuffia in commercio al giorno d’oggi sono davvero molti e non è semplice scegliere o tentare di capire quali siano i più validi. Abbiamo a disposizione moltissimi modelli con i loro mille usi specifici e le loro tecnologie all’avanguardia. Le cuffie ormai vengono acquistate da tantissime persone diverse, e molto spesso sono utilizzate per essere collegate a diversi apparecchi, possono presentare anche microfoni integrati per lo smartphone, oppure pulsantiere per regolare il volume.

Sostanzialmente però abbiamo due modelli principali in commercio, e differiscono fra loro per la struttura della cuffia e per la grandezza. Principalmente quindi tutti i tipi di cuffie che possiamo trovare in commercio di solito possono essere suddivisi in modelli over-ear e auricolari.

Le cuffie di tipo over-ear sono molto grandi e possono coprire tutto l’orecchio, garantiscono sicuramente un’esperienza sonora davvero ottimale, sostanzialmente presentano anche un buon confort mentre le indossiamo. Ovviamente non si rischia di perderle e non cadono dall’orecchio come gli auricolari. Questo modello di cuffie riesce può isolare fisicamente l’orecchio da tutti i rumori esterni, consentendo di ascoltare il suono nella sua complessità. Il prezzo di questi modelli generalmente può essere più alto rispetto ad altri tipi di cuffie, ma ciò non significa che non si possano acquistare anche delle cuffie over-ear a prezzi piuttosto bassi. Si tratta comunque di cuffie che risultano piuttosto pesanti da portare per diverse ore spesso, inoltre d’estate tendono a surriscaldare l’orecchio. Sono modelli però sempre indicati per i lavori da fonico o per i musicisti, che quindi necessitano della miglior resa possibile del suono per lavoro.

Se invece parliamo di auricolari si tratta di un tipo di cuffie molto più piccole e molto leggere, sono semplici da indossare e portare ovunque date le loro dimensioni. Si tratta dei modelli di cuffia che tipicamente colleghiamo allo smartphone o al lettore musicale e li troviamo a prezzi anche decisamente bassi, con tantissimi design o colori diversi, ottime per averle sempre con noi. Sono strumenti da infilare in tasca ed estrarli alla bisogna, sono caratterizzati da un piccolo auricolare, in gomma o plastica dura, che si posiziona direttamente all’interno dell’orecchio. La loro struttura di cuffia ovviamente non permette lo stesso isolamento acustico dell’altro modello, ma garantiscono comunque una buona qualità del suono. Per conoscere tutti i modelli e i brand seguite il link e visitate le domande frequenti su cuffie e auricolari.

Pubblicato in dalla rete | Lascia un commento

Bistecchiere: pratiche e veloci per tutti gli usi

La bistecchiera è un sempre stata un oggetto molto usato in cucina, ed è sempre stata decisamente utile per cuocere anche senza l’aggiunta di olio o grassi. Ad oggi la maggior parte dei modelli di bistecchiera sono mettere sul fuoco dei fornelli. Ma esistono anche altri modelli di tipo elettrico, e sono molto facili da utilizzare ovunque. Generalmente i vari modelli di bistecchiera sono adatti a cuocere e preparare una grande varietà di cibi. Sono uno strumento ideale che viene consigliato in caso di diete o regimi di alimentazione ipocalorica, e di solito hanno molte dimensioni diverse.

Al momento troviamo soprattutto due diversi tipi di bistecchiera da posizionare sul fuoco. C’è la classica bistecchiera di acciaio o ghisa, è presente in tante dimensioni e si poggia sul fuoco dei fornelli, grazie alla ghisa permette di ottenere temperature molto alte in tempi brevi. Consente di cuocere benissimo anche alcuni alimenti spessi tramite la placca grigliata. Ma se volete avere un prodotto molto più duraturo non è la migliore scelta da fare.

Negli ultimi tempi infatti si sono affacciate sul mercato alcuni tipi di bistecchiera diversi, sono fabbricati in pietra ollare. Questo tipo di materiale è molto più tecnico e specifico rispetto ai modelli in ghisa. Risultano anche molto più semplici da pulire delle bistecchiere in ghisa perché sono antiaderenti. Ci si possono cuocere molto più omogeneamente gli alimenti, diffondono un calore costante ad alte temperature, e risultano la migliore scelta per la cottura di carni.

In fine abbiamo i modelli elettrici, si tratta di bistecchiere totalmente diverse dai primi due tipi elencati e e non hanno bisogno di un fornello per essere utilizzate. I vari modelli di bistecchiera possono essere utilizzati per tante cotture diverse, ma se avete scelto una bistecchiera di tipo elettrico è consigliato sempre tenere presente la potenza delle resistenze e i materiali delle piastre che si andranno a scaldare. Per sapere tutte le funzioni di queste bistecchiere potete visitare le domande frequenti sulle bistecchiere di ogni tipo.

Queste caratteristiche specifiche delle varie bistecchiere ci servono per poter capire come utilizzarla al meglio, e soprattutto quali tipologie di cibo ci si possono cuocere e quali invece conviene evitare. Se cerchiamo una bistecchiera idonea alla cottura ottimale di carni molto spesse, come una bistecca fiorentina, è consigliato cercare un tipo di bistecchiera in pietra ollare che raggiunga temperature davvero molto alte subito. Mentre se vogliamo preparare toast farciti, scaldare pane e verdura, i modelli elettrici si presenteranno sicuramente più pratici.

Pubblicato in dalla rete | Lascia un commento

Fornetti per le unghie pratici e indispensabili

I fornetti impiegati per la ricostruzione unghie sono spesso utilizzatissimi dagli onicotecnici professionisti. In commercio ci sono diversi modelli, in cui variano le dimensioni o il prezzo, ma generalmente presentano tutti una fascia di prezzo piuttosto media e delle caratteristiche assai simili. Tutti i fornetti per unghie sono dotati di una tecnologia molto semplice, e nella maggior parte dei casi si tratta di strumenti di dimensioni ridotte che permetterne l’uso agevolato e vengono trasportati ovunque si voglia.

Come ci suggerisce il nome sono dei piccoli forni aperti sul lato frontale, dove verrà inserita la mano che ha bisogno di essere trattata. Grazie alla lampada UV posta al loro interno, questi fornetti possono indurire velocemente i gel utilizzati per la ricostruzione unghie o per l’applicazione di smalti nella nail-art.

Si tratta di strumenti che sono decisamente fondamentali se siete un onicotecnico, ma in realtà possono essere utilizzati comunque da chiunque voglia, anche da semplici appassionati che li troveranno semplici e facili. La lampada UV riesce ad indurire velocemente e polimerizzare i gel e i prodotti liquidi. Velocizza sicuramente i passaggi che ci sono nella ricostruzione delle unghie ed inoltre è l’unico strumento che consente a determinati gel di seccare ottimamente. Tramite l’azione dei raggi UV sulle unghie viene garantita anche la maggiore resistenza nel tempo, e la ricostruzione si manterrà ottimale anche a distanza di molti giorni. Spesso quindi sono utilizzati anche per facilitare i lavori di nail-art, questo perché i raggi UV danno un risultato duraturo, ottimale e perfetto sulla superficie dell’unghia. Se volete conoscere i vari modelli o saperne di più visitate questo sito nella sezione delle domande frequenti sui fornetti per unghie.

Il lavoro di onicotecnico è sempre più richiesto ed è decisamente molto praticato, soprattutto si tratta di lavoratori autonomi che si spostano spesso per effettuare la ricostruzione unghie in giro per le case. Questo fa si che molti modelli che trovate in commercio siano ottimali per quanto riguarda la resa ma anche molto comodi da trasportare perché leggeri e sicuri. Il funzionamento di questi fornetti è molto spesso intuitivo, non hanno bisogno di manutenzioni o cure speciali. Il prezzo li rende abbordabili anche per se siete dei semplici appassionati che vogliono acquistare tutti gli accessori che occorrono per la cura delle mani.

Pubblicato in dalla rete | Lascia un commento

Tappeto elastico gioco in giardino e lavoro in palestra

Il tappeto elastico è uno dei giochi più belli per un bambino. Ci sono molti modelli e si possono acquistare facilmente, si trovano in commercio con diverse varianti, dai design più disparati.

Negli ultimi anni i tappeti elastici spesso vengono applicati non solo al gioco ma anche all’allenamento in palestra e persino nell’uso medico riabilitativo.

Quando pensiamo ad un tappeto elastico in mente ci vengono i grandi modelli da esterni, si tratta quindi di un attrezzo da posizionare in maniera stabile per far divertire i bambini e gli adulti. Questo tipo di tappeti hanno spesso grandissime dimensioni, sono piuttosto ingombranti e costosi, ma al tempo stesso sono altamente resistenti e sicuri. Possono avere una struttura che permettere il salto nella maggior sicurezza possibile, grazie anche a particolari accorgimenti tecnici di sicurezza. Sono disegnati per far saltare più persone nello stesso momento e presentano anche delle reti di protezione e delle superfici morbide installate lungo i bordi per attutire i colpi. Si parla quasi sempre di gioco per bambini ma in realtà una buonissima parte di questi tappeti elastici vengono utilizzati anche dagli adulti. Non è un caso che molti modelli possano presentare infatti una rete protettiva molto alta che è quindi adatta a far saltare tutti.

Questo tipo di tappeti li troviamo molto spesso o sempre, su una fascia di prezzo medio alta. Il prezzo è sempre giustificato dalla presenza dell’intera struttura di protezione, e in fase d’acquisto bisogna considerare sia le dimensioni dell’intero tappeto sia la struttura annessa e le varie specifiche di installazione. Prima di pensare a questo tipo di acquisto è sempre bene rendersi conto di tutte le caratteristiche, farsi un’idea dello spazio che occorre per montarli in sicurezza e delle modalità di installazione. Esistono molteplici modelli di tappeti che possono essere montati da soli in casa, ma per altri modelli invece viene magari richiesta l’installazione di un tecnico che ne garantisce la sicurezza assoluta.

Un’altra tipologia di tappeto elastico è quella dei tappeti da palestra. La conformazione di questi strumenti è simile ma piuttosto diverse sono le grandezze. Si tratta infatti di tappeti molto piccoli e trasportabili, adatti ad una sola persona, che si usano sia per gli esercizi in palestra sia per la riabilitazione. Se volete chiarirvi le idee e avere tutte le informazioni merito vi suggerisco di visitare il sito Scelta Tappeto Elastico nella sezione domande frequenti.

Pubblicato in dalla rete | Lascia un commento

Mangiapannolini : l’utilità a portata di mano

Un mangiapannolini è quello che ci occorre avere accanto al fasciatoio sempre. Si tratta di un piccolo secchio che presenta una chiusura ermetica e viene studiato per contenere tutti i pannolini usati del neonato. Può sembrare un acquisto velleitario o meno importante di altri, ma la sua struttura e la chiusura ermetica ci garantiscono il massimo dell’igiene. Si tratta della migliore soluzione al fastidioso problema degli odori dei pannolini sporchi del bambino.

Nei primi mesi di vita dell’infante infatti di dovranno cambiare montagne di pannolini, e gettare quelli usati nella spazzatura di casa è decisamente impensabile considerando gli odori. In questo caso il mangiapannolini ci permette di non doverci più preoccupare del problema, può contenere i pannolini ermeticamente e una volta pieno lo si può svuotare in maniera igienica e veloce. Perciò sostanzialmente si tratta della soluzione più igienica possibile per raccogliere i pannolini e al tempo stesso per non avere la casa invasa dal cattivo odore.

Esistono sul mercato diversi modelli di mangiapannolini, genericamente tutti comunque si presentano come piccoli secchielli, le misure possono variare in base al modello che sceglierete. Tutti i modelli hanno sempre una chiusura ermetica che si apre e chiude con una mano a scatto e consente di non far fuoriuscire gli odori. Esistono diversi tipi di chiusura ma tutti puntano ad essere intuitivi e semplici, di modo da poter essere aperti e chiusi facilmente e velocemente. I pannolini sporchi una volta inseriti sono contenuti all’interno di un sacchetto specifico, e quando si sarà pieno sarà semplicissimo da chiudere rapidamente e da gettare.

Solitamente questi contenitori sono costruiti in plastica resistente e doppia, così da non far passare alcun odore, questo fa si che siano facilmente lavabili e sterilizzabili una volta svuotati. Per conoscere ogni modello e offerta in commercio visitate questo sito al seguente link.

In commercio come abbiamo accennato si trovano diversi design o modelli del mangiapannolino. Alcuni modelli si differenziano da altri per il modo in cui il pannolino sporco viene conservato. Infatti possiamo trovare dei mangiapannolini dotati di un sacchetto unico che contiene tutti i pannolini e viene buttato quando pieno. Mentre altri modelli sono invece studiati per impacchettare singolarmente ogni pannolino usato, e quindi possono ancora di più contenere gli odori.

 

Pubblicato in dalla rete | Lascia un commento

Estrattore di succo: che cos’è? Perché è utile?

Un’alimentazione sana è alla base per essere in forma ed in salute.

Parlando di alimentazione sana non si può non fare un accenno alla grande importanza che, la frutta e la verdura, hanno per un perfetto equilibrio.

È ben noto di come sia auspicabile consumare ben 5 porzioni di frutti e vegetali per avere un apporto dei micronutrienti davvero ottimale.

Ma diciamoci la verità: chi consuma davvero tutte queste porzioni ogni singolo giorno?

Un po’ per pigrizia, un po’ per il poco tempo ed un po’ perché si preferiscono altre tipologie di alimenti, arrivare alla quantità consigliata sembra quasi un’utopia.

Ecco quindi che può venirti in aiuto l’estrattore di succo.

L’estrattore di succo è un utile strumento che, come dice il nome stesso, estrae tutto il succo ed il gusto da ogni tipo di frutta o verdura.

Un ottimo modo, quindi, per arrivare alle famose 5 porzioni in modo più facile e veloce.

Ma come si può inserire nella propria routine questo piccolo elettrodomestico?

Prima di tutto scegliendo uno dei miglior estrattore di succo in commercio e, successivamente, divertendoti a sperimentare sempre nuovi gusti e combinazioni.

 

Estrattore di succo: cos’è e perché acquistarlo

L’estrattore di succo è un apparecchio con una struttura ed una funzionalità volta alla spremitura perfetta dei diversi frutti e vegetali.

Tutto il succo, e quindi anche tutte le diverse proprietà nutritive, finisce dentro al bicchiere garantendoti un succo di frutta casalingo davvero gustoso e salutare.

Per le sue qualità si sposa perfettamente con tutte le persone che vogliono seguire una dieta bilanciata ed equilibrata ma magari non amano particolarmente mangiare la frutta o verdura a pezzi.

Ottimo, per lo stesso motivo, anche per i bambini piccoli che spesso guardano questi tipi di alimenti con un occhio molto critico e minaccioso.

 

Estrattore di succo: i suoi vantaggi

Vista la sua grande utilità non c’è affatto da stupirsi se comincia a diffondersi a macchia d’olio in tutte le case d’Italia.

L’estrattore di succo ti permette di bere da un semplice bicchiere una moltitudine di sali minerali e vitamine, e con una scelta di gusti davvero enorme visto che sei tu stesso l’artefice della ricetta.

Non solo questi però tra i vantaggi perché, devi tenere conto anche del fatto che, il succo di frutto casalingo, ha un tempo di digestione di circa 30 minuti.

Un tempo decisamente inferiore rispetto al tempo di circa 2-3 ore della classica frutta e verdura a pezzi.

Ecco quindi che, il boom di energia che un frutto può darti, è decisamente più immediato se assunto come succo.

Questo significa che la frutta a pezzi deve essere totalmente scartata? Certo che no, ma se non hai molto tempo ecco che il succo diventa un’alternativa più che valida.

Se ancora non ti sei convinto dell’efficacia e della grande utilità di un estrattore di succo, devi valutare anche il fatto della sua grande versatilità.

Sono davvero centinaia le ricette che puoi seguire ed inventarti.

Potresti mai mangiare pezzi di cavolo nero a crudo ed anguria assieme? Sarebbe molto difficile.

Ed invece con un estrattore di succo questo è più che fattibile, ed anzi potresti scoprire che è anche un connubio perfetto.

Insomma, se ancora non hai un estrattore di succo nella tua cucina cosa stai aspettando?

Pubblicato in dalla rete | Lascia un commento