Casette in legno: da giardino e abitabili

Da sempre il legno si rivela un materiale che racchiude bellezza, solidità e durevolezza ed è per tali ragioni che si presta ottimamente per la realizzazione di casette adattabili alle varie condizioni climatiche e di terreno.
Al giorno d’oggi le casette in legno consento la creazione di comodi spazi coperti e protetti ma nell’ottica di una estrema versatilità. Ecologiche e dalla affascinante linea, le casette in legno offrono anche un considerevole risparmio rispetto alle classiche strutture in muratura e conseguentemente garantiscono una manutenzione più agevole ed economica. Continua a leggere

Pubblicato in dalla rete | Lascia un commento

Trading Forex: avviare un’attività di successo

Hai mai letto opinioni e testimonianze di chi è riuscito, tramite il Forex, a raggiungere il successo? Beh, dovresti farlo, se non altro per renderti conto di cosa si tratta. Innanzitutto, se vuoi scoprire tutti i segreti degli investimenti nel mercato valutario, ti consiglio di visitare il sito www.manualeforex.it. Ma partiamo dal concetto di successo. Un conto è ragionare di fantasia, un conto è la realtà dei fatti. Qualsiasi professionista ti dirà che il successo non è necessariamente arricchirsi, bensì riuscire a raggiungere i propri obiettivi. Chiaramente, dunque, se inizi ad investire con un budget di 200 euro, non puoi pensare di arrivare ad acquistare una Ferrari in breve tempo. Ma quel che è certo è che, con l’approccio giusto, puoi costruirti una vera e propria carriera e generare dei profitti cospicui e costanti. Rivoluzionando completamente la tua vita. Continua a leggere

Pubblicato in dalla rete | Lascia un commento

Gramigna, tutte le curiosità su questa pianta

La gramigna (Agropyrum repens) è una pianta della famiglia delle Graminacee dalle proprietà antisettiche e antiffiammatorie per i reni importante. La gramigna è molto utilizzata in medicina ed è utile contro la cistite e contro la cellulite.

Le proprietà diuretiche, depurative ed antinfiammatorie della Gramigna sono ascrivibili alle saponine, ai polifenoli, all’olio essenziale e alla triticina contenuti all’interno della pianta. L’uso di questa pianta infestante, infatte, ha ottenuto l’approvazione ufficiale per il trattamento delle infezioni delle vie urinarie e per la prevenzione dei calcoli renali. Uno studio condotto su animali ha dimostrato che la gramigna – somministrata in associazione ad altre piante medicinali con proprietà analoghe – costituisce un valido aiuto nella prevenzione dell’insorgenza dei calcoli renali poichè è in grado di prevenire la formazione e il deposito di cristalli di ossalato di calcio a livello dei reni.

La gramigna contro le infezioni del tratto urinario

Le sue proprietà diuretiche e depurative la rendono utile in caso di infezioni del tratto urinario e per la prevenzione dei calcoli renali e della vescica. In questo modo si sfrutta l’attività dilavante esercitata dalle urine proprio per favorire la risoluzione d’infezioni e prevenire la formazione di calcoli. Per il trattamento di questi disturbi la gramigna può essere assunta sotto forma di diverse tipologie di preparazioni per uso interno. Ad esempio, quando la gramigna è impiegata sotto forma di estratto liquido 1:1, generalmente si consiglia l’assunzione di circa 4-8 ml di prodotto tre volte al giorno. Quando, invece, la gramigna è utilizzata sotto forma di tintura 1:5, la dose abitualmente consigliata è di circa 5-10 ml di prodotto, da assumersi tre volte al giorno. Infine, quando la gramigna è assunta sotto forma di infuso, si consiglia di preparare la bevanda immergendo 3-5 grammi di droga in una tazza di acqua bollente. Tuttavia, è bene precisare che di solito si preferisce evitare l’uso di infusi o decotti per scopi terapeutici, poichè non permettono di stabilire con esattezza la quantità di sostanze attive assunte dal paziente, con conseguente aumento dei rischio d’insuccesso terapeutico.

La gramigna nella medicina tradizionale ed omeopatica

Le proprietà della gramigna sono riconosciute anche dal mondo della medicina tradizionale ed omeopatica. Infatti, la gramigna trova impieghi nella medicina tradizionale anche per il trattamento di gotta, dolori reumatici e affezioni cutanee. Oltre ad essere usata come rimedio lenitivo in caso di tosse, grazie all’azione svolta dalle mucillagini in essa contenute. Per quanto riguarda l’ambito omeopatico, la gramigna la si può facilmente trovare sotto forma di tintura madre, granuli e gocce orali. La pianta viene usata dalla medicina omeopatica in caso di infezioni delle vie urinarie, cistiti, disuria e perfino come rimedio contro la gonorrea. La quantità di rimedio omeopatico da assumere può però variare fra un individuo e l’altro, anche in funzione del tipo di disturbo che si deve trattare e dal tipo di preparazione e di diluizione che si vuole utilizzare.

Controindicazioni

È consigliato evitare l’uso della gramigna in caso di nefriti, squilibri idroelettrolitici od ipersensibilità accertata verso uno o più componenti.

Pubblicato in dalla rete | Lascia un commento

Come pulire il rasoio elettrico

Pulire il rasoio elettrico è molto importante perché l’accumulo di cellule della pelle e di peli stimolano la crescita dei batteri, usarne uno sporco sul viso in presenza di graffi o tagli, può far aumentare la probabilità di infezioni. Continua a leggere

Pubblicato in dalla rete | Lascia un commento

Atomizzatori sigarette elettroniche: i migliori brand per durata e prezzo

Può essere definito il cuore pulsante delle sigarette elettroniche l’atomizzatore, senza di esso infatti l’utilizzo della sigaretta elettronica sarebbe praticamente impossibile. Gli atomizzatori per sigarette elettroniche sono dotate di una parte esterna (rivestimento) e di due componenti interne intercambiabili. Continua a leggere

Pubblicato in dalla rete | Lascia un commento

tutori per alluce valgo

L’ alluce valgo si manifesta quando la testa del primo metatarso si allontana dalle altre e l’ alluce sia avvicina alle altre dita, spesso sovrapponendosi e causando dolore. I primi stadi di questa deformazione hanno ripercussioni solo di tipo estetico ma, quando la situazione peggiora, convivere con questa patologia può essere molto difficile. Continua a leggere

Pubblicato in dalla rete | Lascia un commento

Prestiti per pensionati con garante

Per aumentare la possibilità che un prestito venga concesso da parte di una banca o di una finanziaria, allora si può presentare la figura del garante come ulteriore garanzia di affidabilità per quanto riguarda il rimborso di un finanziamento. La figura del garante è necessaria soprattutto per coloro che effettuano la richiesta di un prestito, ma non possiedono un reddito abbastanza elevato per poter poi essere in grado di rimborsarlo. Questo discorso vale sia per i lavoratori che non hanno uno stipendio molto alto, per i disoccupati, ma anche per i pensionati che ricevono una pensione troppo bassa. Ma anche per un lavoratore precario, che non ha un contratto di lavoro a tempo indeterminato, a volte è necessaria la figura del garante nel momento in cui richiede un prestito.

Ma chi è il garante all’interno di un’operazione di prestito per pensionati? Il garante è un terzo soggetto che viene coinvolto in un finanziamento, che in un certo senso va in soccorso del richiedente. Il garante infatti ha la funzione di impegnarsi di persona nel caso in cui il richiedente non dovesse essere in grado di restituire l’interra somma ricevuta in prestito. In altre parole, se per qualsiasi motivo il richiedente ha un imprevisto e non riesce a pagare l’importo di una o più rate, allora sarà compito proprio del garante quello di coprire l’intera spesa. Il garante, in pratica, non potrà esimersi dal pagamento, perchè in caso contrario a pagarne le conseguenze sarà in principal modo il debitore principale. Quindi, prima di accettare di entrare in un prestito come garante di un’altra persona, l’individuo dovrà pensarci bene e valutare con attenzione quello a cui va incontro.

Una persona potrà svolgere la funzione di garante se comunque possiede delle determinate caratteristiche. Innanzitutto, la prima riguarda il reddito. Il garante deve possedere un reddito tale da riuscire a supportare il pagamento del prestito stipulato nel caso in cui il debitore principale si trovasse in difficoltà. Quindi, il garante deve avere un contratto a tempo indeterminato o un reddito da lavoro autonomo. Ma non è finita qui. Anche un pensionato può tranquillamente svolgere il ruolo di garante, a patto però di ricevere una pensione di anzianità tale da poter garantire il rimborso di una o più rate del finanziamento. Inoltre, chi fa da garante di regola non dovrebbe avere in corso altri prestiti, perchè in caso contrario le possibilità che una persona possa essere anche un garante si riducono in maniera drastica. Ultimo, ma non meno importante: il garante non deve avere delle segnalazioni in Crif o comunque non deve essere considerato un cattivo pagatore. In caso contrario, al 99% la richiesta di una persona di fare da garante verrà automaticamente rifiutata.

Per cercare di ridurre e velocizzare i tempi, una buona soluzione è quella di richiedere il prestito con garante online. Oltre ai tempi ristretti per quanto riguarda l’erogazione del prestito, un finanziamento richiesto online presenta anche delle condizioni economiche e dei tassi di interesse decisamente vantaggiosi. In ogni caso, per fare in modo che tutto funzioni come si deve, è necessario presentare non solo documenti personali, ma anche tutto ciò che riguarda il garante.

Come detto in precedenza, anche un pensionato che riceve una regolare pensione di anzianità può svolgere il ruolo di garante di un’altra persona. In aggiunta, un pensionato può pure richiedere un prestito attraverso la figura del garante. Nel caso in cui il pensionato fosse troppo avanti con l’età, allora per fare in modo che la domanda per un finanziamento venga accettata sarà necessaria la presenza del garante. Infatti, quando il richiedente ha un’età vicina alla scadenza concessa dalla banca o dalla società finanziaria, allora entra in gioco il garante, che in questo caso avrà la funzione di ulteriore garanzia dell’intera restituzione del finanziamento anche nel caso in cui il richiedente dovesse venire meno.a

Pubblicato in dalla rete | Lascia un commento

Garcinia Cambogia recensioni: come funziona l’acido idrossicitrico

La Garcinia funziona davvero e questa è la notizia che ha fatto il giro del mondo in pochi anni, consentendo a questo prodotto di diventare il più richiesto, nonché il più chiacchierato del web. Certamente, però, è importante seguire tutte le indicazioni del caso, per ottenere i risultati sperati. L’integratore in questione deve le sue strabilianti proprietà all’acido idrossicitrico. Di seguito vedremo come tale sostanza agisce sull’organismo. Le garcinia cambogia recensioni e moltissimi esperti del settore confermano la veridicità delle informazioni che riguardano il prodotto. Quindi, è bene informarsi, ma sembrerebbe proprio che per tutti coloro che vogliono perdere peso sia veramente stata scoperta la migliore soluzione possibile.

Garcinia Cambogia recensioni: il brucia grassi naturale che arriva dall’Indonesia

Prima di procedere con spiegazioni più scientifiche, diamo un’occhiata alle origini della garcinia. Si tratta di una pianta tropicale che cresce nel sud est asiatico, conosciuta anche con il nome di gummi gutta. I suoi frutti contengono HCA (acido idrossicitrico) in quantità tale da essere utilizzati come elemento naturale per la cura di diverse problematiche fisiologiche, tra le quali l’obesità.

Attorno al 1960, alcuni ricercatori si accorsero che l’estratto del frutto della gummi gutta poteva generare significativi benefici per l’organismo, nella sua lotta ai kg in eccesso. Furono condotti così diversi studi scientifici, dai risultati inizialmente controversi.

Fin quando il prodotto entrò nelle mani del Dottor Oz, famoso medico statunitense, che riuscì ad individuarne la giusta posologia per l’organismo. Le più recenti ricerche mostrano infatti l’efficacia della sostanza per diversi aspetti.

Innanzitutto, l’HCA inibisce la citrato liasi e aiuta il metabolismo ad espellere (velocemente) i grassi in eccesso. L’acido idrossicitrico stimola inoltre la produzione di serotonina nel cervello, agendo da inibitore anche nei confronti del senso di fame.

Questa doppia azione consente ai pazienti di perdere peso in modo tre volte più veloce rispetto all’utilizzo di altre cure dimagranti. Con risultati visibili in poco tempo.

Quali precauzioni adottare?

La gummi gutta, come è evidente, genera una sostanza naturale al 100%. Ed è proprio la sua forma più pura ad avere i migliori effetti per l’organismo.

Per quanto sia sempre consigliabile consultare il proprio medico prima di assumere qualsiasi sostanza, rispettando la posologia giusta non vi è alcuna controindicazione che possa portare danni all’organismo.

Gli esperti indicano in 1500 mg al giorno la quantità di HCA da ingerire, con dosi da 500 mg l’una, prima di ogni pasto.

Le garcinia cambogia recensioni confermano che seguendo i consigli degli esperti, il prodotto può essere efficace per la maggior parte delle persone. Soprattutto se associato ad un’alimentazione corretta e ad uno stile di vita non troppo sedentario.

Pubblicato in dalla rete | Lascia un commento

Napoli, Profumi, Cultura e Bellezza

Napoli è una delle città del Sud Italia costantemente in fermento, sono tante le iniziative che la caratterizzano, specialmente nella stagione estiva. Andiamo a vedere un paio di eventi che si svolgono nel periodo Agosto-Settembre rivolti sia ai residenti che ai turisti che scelgono di soggiornare nella città partenopea.

10 Agosto 2016 – Notte di San Lorenzo a Napoli. La piazza è quella del Plebiscito e questa manifestazione è ormai consolidata e apprezzata dai cittadini residenti e dai turisti che possono ascoltare il concerto degli allievi dell’Accademia Mandolinistica Napoletana Mauro Squillante. Il repertorio a luci spente sulla Piazza, è quello Classico della Tradizione musicale Partenopea. Magia, Musica e Accoglienza insieme a Napoli possono concretizzarsi.

Dal 12 Agosto al 4 Settembre – Ridere al Maschio Angioino. Un altro evento, manifestazione che ha conquistato la città di Napoli e attirato molti turisti. Questa è una rassegna dal titolo: Ridere, il festival del teatro comico e del cabaret, che nell’anno in corso viene proposta dall’Associazione Culturale “Bruttini-Ridere” e dal Teatro Totò. Anche questa iniziativa è particolarmente apprezzabile.

Soggiornare in un B&b a Napoli

O alternativamente a queste iniziative di carattere prevalentemente locale e stagionale anche se estremamente interessanti magari preferite soggiornare tranquillamente in un B&b a Napoli Centro Storico e sorseggiare una spremuta mattiniera per poi uscire e visitare i siti di interesse storico… se così fosse il B&b che vi consigliamo ha le seguenti caratteristiche:
Parcheggio gratuito nel cortile privato
Accesso ai Disabili
Ascensore
Angolo cottura
Accesso per i nostri amici a quattrozampe
Aria Condizionata
Internet Wi-fi
Riscaldamento
Asciugacapelli
Terrazzo panoramico attrezzato
Tv in camera
A Via Vico Trinità alla Cesarea, 23 80136 Napoli-Italia troverete l’Agrumeto un B&b caratteristico, bello, e potrete scorgere dall’esterno della struttura anche la Reggia di Capodimonte, immersi nel silenzio e nella bellezza di questa struttura sia nei suoi spazi interni che in quelli esterni.

Pubblicato in dalla rete | Lascia un commento

Alternative finanziarie per i lavoratori autonomi

Il lavoratore autonomo con disguidi finanziari non ha molte alternative per ottenere una somma di denaro in prestito.
Purtroppo egli non può accedere alla cessione del quinto altrimenti con un finanziamento semplice come la cessione del quinto dello stipendio o con la cessione del quinto della pensione risolverebbe velocemente i suoi problemi. Purtroppo per lui, queste due soluzioni possono essere richieste esclusivamente dal lavoratore dipendente che possiede un contratto di lavoro a norma e dal pensionato che percepisce una pensione superiore a quella minima.
Il lavoratore autonomo può affidarsi al prestito cambializzato o al finanziamento con garante.
Nel primo caso, si farà uso delle cambiali. Non ci saranno rate da pagare ogni mese ma delle cambiali da ripagare entro una scadenza prestabilita, presente come data su ciascuna cambiale. Ogni titolo (la cambiale è un titolo) dovrà essere pagato entro la data di scadenza. Per poter accedere ad un finanziamento di questo tipo non sarà necessario presentare delle garanzie di tipo reddituale. La fiducia dell’istituto di credito si guadagnerà presentando la certificazione della proprietà di un immobile. Il lavoratore autonomo potrà quindi ottenere un prestito con cambiali in maniera pratica e veloce presentando alla società finanziaria tutta la documentazione che dimostra che egli, o qualcuno che gli farà da garante, è il proprietario di una casa.
Nel secondo caso il lavoratore autonomo dovrà presentarsi presso la banca con un altro soggetto che dovrà disporre di tutti i requisiti che l’istituto di credito richiede. Non dovrà aver avuto disguidi di natura finanziaria e dovrà avere una fonte di reddito continuativa e dimostrabile. Chi farà da garante si assumerà la responsabilità di rimborsare il pagamento delle rate mensili qualora il lavoratore autonomo, cioè il debitore principale, dovesse non pagare il debito. Non avrà importanza se il debitore non vorrà pagare o non ne avrà le possibilità economiche, in ogni caso sarà compito del garante occuparsi dei pagamenti sino alla completa estinzione del debito.

Pubblicato in dalla rete | Lascia un commento